6 giugno 1962: la prima volta dei Beatles negli Abbey Road Studios!


6 GIUGNO 1962: LA PRIMA VOLTA DEI BEATLES NEGLI ABBEY ROAD STUDIOS!

6 GIUGNO 1962 PER LA PRIMA VOLTA I BEATLES NEGLI ABBEY ROAD STUDIOS - THE BEAT CIRCUS CUNEO

Il 6 giugno 1962  si può definire come una data storica: i Beatles fecero la loro prima visita negli studi di registrazione della EMI (Electric And Musical Industries) siti al n° 3 di Abbey Road in St. John’s Wood. Dopo aver firmato il contratto con la nota casa discografica di  Kensington, Londra, appena due giorni prima, il 4 giugno 1962, i quattro ragazzi di Liverpool (con Pete Best ancora alla batteria) furono convocati dai funzionari EMI presso lo Studio 2 non solo per fare una semplice audizione ma bensì una vera e propria registrazione che si protrasse per tre ore (dalle 19.00 alle 22.00). Dopo aver scaldato la voce e sciolto le dita con una vasta selezione di materiale, i quattro musicisti procedettero all’incisione di quattro canzoni, una cover e tre inediti firmati Lennon-McCartney:

– “Besame Mucho”  (Consuelo Velázquez – Selig Shaftel);

– “Love Me Do”  (Lennon-McCartney);

– “P.S. I Love You”  (Lennon-McCartney);

– “Ask Me Why”  (Lennon-McCartney).

Dai documenti EMI si è approvato che l’ordine di registrazione fu questo, ma non sono emersi altri particolari dettagli su quella storica sessione di registrazione. Nessuna delle quattro registrazioni fu lanciata sul mercato discografico, anche se i documenti dello studio confermano la realizzazione di lacche dimostrative. Mentre le canzoni “Love Me Do”, “P.S. I Love”  e “Ask Me Why”, anche se non nelle versioni incise in questa seduta, avrebbero trovato un posto di tutto rispetto nella discografia dei futuri Fab Four, infatti le prime due sarebbero state utilizzate per la pubblicazione del primo singolo dei Beatles (su Parlophone 45-R 4949) pubblicato  il 5 ottobre 1962 ed “Ask Me Why” come lato B del secondo singolo dei Beatles “Please Please Me”  pubblicato su Parlophone 45-R 4983 l’ 11 gennaio 1963   (tutte e tre sarebbero successivamente comparse sul LP di esordio dei Beatles, “Please Please Me”, pubblicato sul mercato inglese il 22 marzo 1963 su Parlophone PMC 1202), “Besame Mucho”, nella versione registrata in questa storica giornata, fu riportata alla luce soltanto nel 1995 nell’ ambito del progetto “Anthology 1”, senza trovare in precedenza posto nelle pubblicazione su vinile dei Beatles.

La seduta di registrazione ebbe inizio sotto la produzione di Ron Richards, l’assistente di George Martin. “Love Me Do” suscitò l’interesse di Norman Smith, l’addetto al missaggio, che disse al Tecnico di Registrazione Chris Neal di andare subito a chiamare Martin che stava facendo una pausa in sala mensa. Una volta giunto nello Studio 2 George Martin si fermò per la restante parte della sessione di registrazione e … per tutta la carriera dei Beatles!!! Aveva capito che c’era del buono nella musica proposta dai quattro ragazzi di Liverpool e sicuramente, con il giusto lavoro, si sarebbe potuto ottenere qualcosa di importante. Non si sbagliò.

La successiva seduta di registrazione dei Beatles negli Abbey Road Studios ebbe luogo esattamente novanta giorni dopo, martedì 4 settembre 1962. In questo intervallo di tempo sarebbe ancora successo un evento fondamentale nella storia degli Scarafaggi: il 16 agosto Pete Best sarebbe stato sostituito alle percussioni da Ringo Starr (Richard Starkey), ex batterista del complesso Rory Storm And The Hurricanes. Questo fu l’ultimo assestamento alla formazione dei Beatles e da li a poco si sarebbe scritta la storia della musica.

CURIOSITA’

La graziosa palazzina Vittoriana, sede degli Studios di Registrazione della EMI, fu costruita nel 1830 come residenza signorile con nove stanze da letto, cinque stanze per ricevimenti, due stanze per la servitù, una cantina per i vini ed un ampio giardino.  Fu acquistata solamente nel 1929 per 16.500 sterline dalla Gramophone Company Limited (in seguito EMI) che provvide ad adattarla ed a convertirla a studi di registrazione, inaugurando gli studi stessi il  il 12 novembre del 1931 con la storica registrazione, condotta da Sir Edward Elgar  nello Studio 1, di “Land Of Hope And Glory“,  suonata dalla London Symphony Orchestra.

Gli EMI Studios, che cambiarono nome in Abbey Road Studios a partire dal 1970 (l’anno dello scioglimento dei Beatles), si componevano inizialmente di tre studi di registrazione a cui si aggiunsero la Penthouse (1980), per i mixing e le colonne sonore, e in tempi più recenti due studi mobili.

La leggenda dello Studio 2 (dove i Beatles avrebbero registrato la maggior parte dei loro successi) ebbe inizio quando il 24 luglio del 1958 Cliff Richards and The Drifters registrarono “I Move It/ “Schoolboy Crush”, uno dei primi singoli Rock’ N’ Roll  della storia della musica europea.

Negli Abbey Road Studios oltre ai Beatles hanno inciso nel corso degli anni alcuni degli artisti più influenti della musica contemporanea: The Shadows, Queen,  Simple Minds, Oasis, U2, The Police, Blur e Radiohead. Un’altra band storica che utilizzò gli studi di Abbey Road fu i Pink Floyd che qui registrarono tutti i loro album sino a “Wish You Were Here” (1975),”The Dark Side Of The Monn” incluso, e successivamente Syd Barret  registrò qui i suoi due album solisti. Alcune delle colonne sonore più famose sono inoltre state registrate presso questi studios, basti pensare alla  trilogia di “Guerre Stellari” di George Lucas, a “Camera Con Vista”  ed alla trilogia del “Signore Degli Anelli“.

Il 26 settembre 1969 venne pubblicato l’album “Abbey Road” dei Beatles su Apple (Parlophone) PCS 7088 , l’ultimo album ad essere registrato in ordine cronologico dai Fab Four (ma non l’ultimo ad essere pubblicato, fu infatti seguito da Let It Be nel maggio del 1970), un omaggio dei Quattro Ragazzi di Liverpool agli studi di registrazione presso i quali hanno preso forma e colore la maggior parte dei loro successi.

Di “Besame Mucho”, canzone scritta nel 1943 da Consuelo Velázquez e Selig Shaftel ne esistono più di cento versioni, da Mario Lanza ai Coaster. Fu proprio la versione del gruppo vocale rock’ n’ roll e rhithm and blues di Los Angeles che ispirò McCartney ed i Beatles che iniziarono a proporla dal vivo nel 1962. Se ne può ascoltare una versione Live sull’ album “Live! At The Star Club In Amburg, Germany, 1962”. I Beatles la registrarono anche per la loro (sfortunata) audizione alla Decca il 1° gennaio 1962 e per lo spettacolo radiofonico della BBC Here We Go, trasmesso il 14 giugno 1962. Nel lungometraggio Let It Be (1970) si può assistere ad una esecuzione scherzosa della canzone da parte del gruppo.

Di seguito l’interpretazione di “Love Me Do” con Pete Best alla batteria registrata il 6 giugno 1962 dai Beatles presso gli Abbey Road Studios, di fatto la prima registrazione in assoluto di un inedito Lennon – McCartney dei Fab per la EMI :

BIBLIOGRAFIA:

Beatles Otto Anni Ad Abbey Road“, Mark Lewisohn, 1990, Arcana Editrice, Milano;

La Grande Storia Dei Beatles“, Mark Lewisohn,1996, Giunti Gruppo Editore, Firenze;

Anthology“, The Beatles, 2000, Rizzoli, Milano;

Beatles, L’ Enciclopedia“, Bill Harry, 2000, Arcana Musica, Roma;

www.wikipedia.it