22 maggio 1958: lo scandalo di Jerry Lee Lewis viene alla luce.


 

 22 MAGGIO 1958: LO SCANDALO DI JERRY LEE LEWIS VIENE ALLA LUCE

JERRY LEE LEWIS - THE BEAT CIRCUS CUNEO

Jerry Lee Lewis, “The Killer” come lo soprannominarono all’epoca i critici musicali per il modo violento e selvaggio con cui si esibiva in pubblico  picchiando i tasti del suo pianoforte infuocato, nel maggio del 1958 aveva di fatto preso il posto di Elvis nel cuore di milioni di  giovani teenager.

Da un paio di mesi Presley era diventato la matricola 53310761 dell’esercito U.S.A., un ligio servitore della Patria lasciando così di fatto il suo trono di Re del Rock’n’Roll vacante ed il coetaneo pianista di Ferriday (Louisiana) era il suo più accreditato successore.  Nel breve arco temporale di due anni incise pochi singoli ma tutti di grande, e crescente, successo .

Da “Crazy Arms” , il suo singolo di esordio nel 1956 per la Sun Records di Sam Phillips (lo stesso talent scout che scoprì Elvis nel 1954) che vendette poco, ma che generò critiche favorevoli, i successi si susseguirono rapidamente per Jerry Lee. Il secondo singolo, “Whole Lotta Shakin’ Goin’ On“, pubblicato nell’aprile del 1957 su 45 giri Sun 267 (lato B “It’ ll Be Me“) raggiunse la posizione n° 3 nella Billboard pop Chart  , la n° 1 nella Billboard R&B Chart,  la n° 1 nella Country Charts  in U.S.A. e la posizione n° 8 nelle classifiche di vendita dei singoli in Inghilterra. Fu la canzone che diede la fama mondiale all’irrequieto Rocker della scuderia Sun Records:  il pianoforte e il puro rock and roll sound del brano “Whole Lotta Shakin’ Goin’ On”  gli diedero fama internazionale. Il gruppo che accompagnò Lewis nell’incisione del singolo era composto dal cugino J.W.Brown al basso, Jimmy Van Eaton alla batteria e Roland Janes alla chitarra; il pezzo fu registrato al primo tentativo. Il singolo successivo,  “Great Balls Of Fire” (lato B “You Win Again”), registrato l’ 8 ottobre 1957 negli Sun Studio di Memphis Tennesse e pubblicato su 45 giri Sun  281 l’11 novembre 1957 rese Jerry Lee Lewis una stella di primissimo piano nel firmamento delle Star del Rock’ n’ Roll : raggiunse la posizione n° 2 nella Billboard Pop Charts , la n° 3 nella R&B Charts, e la n° 1 nella Country Charts, la n° 1 nella Single Chart . Anche il singolo “Breathless “ (Lato B “Down The Line” ) , pubblicato su Sun 288 nel febbraio del 1958 restò in classifica per 15 settimane raggiungendo la posizione n° 7 nella Billboard Hot 100 Chart nell’aprile dello stesso anno e la posizione n°8 nelle classifiche di vendita dei singoli Inglesi. Il nuovo singolo  “High School Confidential”  (facente parte della colonna sonora del film omonimo, in Italiano  “Operazione Segreta” diretto da Jack Arnold ed uscito nel 1958 in cui Jerry Lee ebbe anche un piccolo ruolo) inciso su Sun 296 (lato B “Fools Like Me”) pubblicato il 20 maggio 1958 aveva appena iniziato a scalare, come i suoi precedenti dischi, le classifiche di vendita U.S.A. quando, inatteso, scoppiò il patatrac.

All’apice del successo  in Madre Patria Jerry Lee Lewis si appresta ad andare a conquistare l’Inghilterra: Oscar Davis, detto  “Il Barone”, uno scaltro manager  di Nashville (a lui il merito di presentare Elvis Presley al Colonnel Tom Parker) aveva programmato con la William Morris Agency un tour di trenta concerti in trentasette giorni in Terra di Bretagna, al termine dei quali Jerry Lee sarebbe tornato in Patria con 26.000 dollari in tasca e lasciando un mercato inglese alle spalle pronto ad accogliere le sue prossime pubblicazioni discografiche.

Jerry Lee Lewis ed il suo entourage partirono da Memphis mercoledì 21 maggio 1958  alla volta di New York e da qui, la mattina seguente, partirono per Londra. Arrivarono all’aeroporto di Heathrow la sera del 22 maggio.

Jerry Lee e la sua moglie Myra Gale Brown scesero dall’aereo a braccetto e vennero subito assaliti dai giornalisti e fotografi di tutte le testate londinesi, ad eccezione del “Times”. Fino ad allora la vita privata di Jerry Lee non era mai stata resa pubblica. Immediatamente i giornalisti chiesero chi fosse quella ragazzina sorridente. Oscar Davis cercò di distogliere l’attenzione dalla giovane Myra, ma quelli non demordevano.

E’ mia moglie” disse Jerry Lee Lewis.

I Giornalisti vollero sapere l’età della ragazza.

Quindici anni” disse Jerry.

I Giornalisti vollero sapere da quanto tempo erano sposati

Ci siamo sposati due mesi fa e siamo molto felici” disse Jerry Lee.

I Giornalisti vollero sapere se quello era il primo matrimonio, e quando appresero che così non era, vollero sapere anche degli altri.

La mia prima moglie si chiamava Dorothy” disse lui. “Quando l’ho sposata avevo quindici anni. Lei ne aveva diciassette. Il matrimonio è durato soltanto un anno. La mia seconda moglie è stata Jane. Quando ci siamo sposati avevamo entrambi sedici anni. E’ stato un matrimonio lungo, è durato quattro anni. Abbiamo avuto un figlio, si chiama Jerry Lee, adesso ha tre anni”.

Poi i giornalisti chiesero a Myra se secondo lei non era  stato un po’ troppo prematuro sposarsi a quindici anni.

Oh no, per niente” disse Myra. “Da noi l’età non ha importanza. Puoi sposarti anche a dieci anni, se riesci a trovarti un marito”. Poi i Flasch l’abbagliarono e lei si nascose fra le braccia del marito.

Oscar Davis trascinò Myra, Jerry Lee e tutto l’ entourage alle limousine che li attendevano e vennero portati all’Hotel Westbury, a Mayfair. I Coniugi Lewis presero la stanza 127, il resto della compagnia quattro camere attigue. Il giorno successivo Oscar Davis mostrò a Jerry Lee una copia del “Daily Herald” di Londra. C’era in prima pagina una grande fotografia scattata all’aeroporto la sera prima, che ritraeva Jerry lee e Myra Gale abbracciati e, a caratteri cubitali, il titolo:

LA ROCKSTAR HA UNA MOGLIE DI 15 ANNI

Ed è al suo terzo matrimonio!

Quello stesso giorno dall’altra parte dell’Oceano Sam Phillips, il proprietario della Sun Records, aprì una copia del “Press-Scimitar” di Memphis è inspirò lentamente, consapevole di quello che stava per accadere. Il titolo di testa era: JERRY LEE LEWIS SI E’ SPOSATO. Dopo aver ricevuto la notizia del matrimonio da Londra Clark Porteous, un giornalista di Memphis, si era documentato per bene e venne a scoprire che Jerry Lee e Myra Gale si furono sposati il 12 dicembre 1957 dal reverendo M.C. Whitten di Hernando, capitale della contea di De Soto in gran segreto dai genitori di Myra, esattamente cinque mesi prima che Lewis ottenesse il divorzio dalla sua seconda moglie, Jane Mitcham. Venne inoltre a galla la verità sulla reale data di nascita di Myra: 11 luglio 1944. Solo in seguito emersero ulteriori dettagli: Myra era cugina di terzo grado di Jerry Lee ed inoltre Jerry Lee Lewis aveva sposato la sua seconda moglie Jane, 23 giorni prima che il suo divorzio con la sua prima moglie fosse effettivo.

L’opinione pubblica inglese boicottò immediatamente l’artista americano. A mano a mano che affioravano le verità sul suo turbolento passato le principali testate inglesi non esitarono a far pubblicità negativa a Jerry Lee Lewis ed a tutto il movimento Rock’ n’ Roll in generale. Il tour fu cancellato dopo appena tre concerti (che si tennero rispettivamente al Regal Cinema di Edmonton venerdì 24 maggio, al Kilburn State Theatre domenica 26 maggio ed al Grenada Theatre di Tooting lunedì 27 maggio)  annullando i restanti ventisette. Lo scandalo seguì Jerry Lee Lewis in America, e comportò la sua uscita dalla scena musicale. Lewis si sentì tradito da moltissima gente che fino a poco tempo prima lo supportava, tra cui lo stesso Sam Phillips. Solo Alan Freed  rimase accanto a Jerry Lee Lewis, continuando a suonare i suoi finché non dovette allontanarsi dal business musicale per motivi relativi alla famosa payola  (corruzione di dj in cambio della messa in onda di dischi). Nonostante Lewis fosse ancora sotto contratto con la Sun Records, smise di registrare. Dai 10.000 $ di guadagno per ogni concerto, passò ai 100 $ a serata, esibendosi in piccoli locali, feste di paese  e birrerie.

Varie tragedie colpirono nel corso degli anni la vita privata di Jerry Lee Lewis : la morte di due suoi figli, il divorzio da Myra nel 1970, la dipendenza da droghe e da alcool, i problemi con la giustizia per l’uso e la detenzione di armi da fuoco. In occasione della festa per il suo 41º compleanno, nel 1976, Jerry Lee scherzando puntò una pistola contro il suo bassista, Butch Owens, e pensando che fosse scarica premette il grilletto, colpendolo nel torace. Owens sopravvisse miracolosamente. Poche settimane dopo (il 23 novembre) Lewis fu coinvolto in un altro arresto relativo all’utilizzo di armi presso la residenza di Elvis, Graceland, a Memphis. Lewis era stato invitato da Presley, ma la sicurezza non era stata avvertita della visita. Durante la discussione riguardo al perché Lewis si trovasse al cancello, egli estrasse la sua pistola e disse alle guardie, scherzando, che era arrivato per uccidere Presley.

Si reinventò artista Country nella seconda metà degli anni ’60. La sua carriera trasse nuova verve a seguito dal film biografico del 1989 di Jim McBride   “GREAT BALLS OF FIRE!”  (Iin Italia “Vampate di Fuoco“) del 1989 interpretato da Dennis Quaid (nei panni di Jerry Lee Lewis) e da Winona Ryder  (nei panni di Myra Gale Brown). Nel 2012 torna agli onori delle cronache per via del suo settimo matrimonio: nulla di strano se non fosse che la sua nuova sposa è Judith Brown, ex moglie di Rusty Brown, fratello di Myra Gale Brown.

Di seguito il video del successo maggiore di Jerry Lee Lewis, “Great Balls Of Fire”, in una esecuzione del 1957:

Di seguito la versione di “Whole Lotta Shakin’ Goin’ On” di Jerry Lee Lewis eseguita dai The Beat Circus con il Maestro Ernesto Zucconi al pianoforte il 6 maggio 2016 all’Auditorium Borelli di Boves (CN) in occasione dell’ “Ernest Sullivan Show” spettacolo ideato e scritto dai The Beat Circus con Ernesto Zuconi in omaggio allo storico spettacolo televisivo statunitense “Ed Sullivan Show“:

BIBLIOGRAFIA

“Enciclopedia Rock Anni ’50”, Gianni Del Savio, Augusto Morini,1995, Arcana Editrice, Padova;

“La Storia Del Rock, Be Bop A Lula”, Carmelo Genovese, 2006, Editori Riuniti, Roma;

Con Me All’ Inferno, La Vita Di Jerry Lee Lewis“, Nick Tosches, 2010, Alet Edizioni, Padova;

1000 Canzoni Che Ci Hanno Cambiato La Vita“, Ezio Guaitamacchi, 2009, Rizzoli, Milano;

“La Storia Del Rock”, Ezio Guaitamacchi, 2014, Ulrico Hoepli Editore S.p.A, Milano;

www.wikipedia.it